Mentalità di mercato del server

    Questo sito utilizza i cookie. Continuando a navigare sul sito accetti l´utilizzo dei cookie maggiori dettagli

    • Mentalità di mercato del server

      Salve, scrivo qui per sapere opinioni riguardante l'atteggiamento che seguono i player in gioco quando piazzano mercatini e la loro influenza sugli altri.
      Scrivo questo perché noto con estrema facilità che invece di puntare ad un guadagno completo dal farming di gioco compiuto si osservano i negozi e si piazza facilmente l'item semplicemente a 100-200k in meno rispetto all'altro, senza capire che seguendo di massa questo fenomeno i prezzi calano di tantissimo, si rischia di restare con pochissimi o addirittura senza yang e di favorire coloro che utilizzano lo shop in game o altro (di cui qui non si può parlare, ma che voi sapete benissimo), quindi davvero non capisco cosa costa alle persone mettere allo stesso prezzo soprattutto item indispensabili come i papiri allo stesso prezzo invece di svenderli e ammucchiarli a quelle poche persone che shoppano, lasciando il potere a loro e non a chi dedica tempo in game, con la conseguenza di scocciarsi e abbandonare il gioco.

      Sono curioso di sapere la vostra :D


      Have you tried this out?
    • Premettendo che non tutti sono esperti riguardo al valore di certi item, il che significa anche ignorare quando un certo oggetto può valere di meno o di più (a seconda di eventi, richieste generiche di mercato o altro), il metodo più veloce per attribuire un prezzo è paragonare lo stesso oggetto messo in vendita da altri giocatori.
      Il pensiero immediatamente seguente è: "Se lo vendo a meno di lui, sarà più probabile che lo comprino da me".
      Questo tipo di ragionamento tuttavia è sbagliato alla radice, non è detto che il compratore veda necessariamente tutti i negozi per trovare il prezzo più economico, non è detto che legga la chat mentre l'item scontato è sponsorizzato, non è detto che si faccia problemi a risparmiare quei 200k che gli allungherebbero le tempistiche di ricerca.
      Quando si analizzano questi fenomeni di massa, tuttavia, non è possibile adottare il punto di vista dell'ottimizzatore perchè, appunto, ci sarà sempre qualcuno che svenderà pur di avere un guadagno immediato, seppur inferiore (salvo per item unici o eccezionalmente rari).

      Succede in quasi tutti gli mmo che hanno un mercato di questo tipo.
    • Guarda il tuo ragionamento non è del tutto errato ma non è neanche esatto a parer mio , ti spiego, Come esistono due tipologie di venditore ( quello fedele al prezzo fisso e quello fedele allo sconto di 100-200k) esistono anche due tipologie di compratore ( quello che compra aspettando le offerte e quello che compra per necessità senza guardare i 100-200k di differenza). In un gioco dove siamo noi a decidere il prezzo di ogni singolo item non c'è motivo di dilungarci su questi argomenti sentiti e risentiti, a me sembra che cadiamo sempre sulla questione "shopponi" e "bot". Il gioco si puo dire che "vive" grazie allo shop ovviamente e riaguardo la questione bot non siamo noi a dovercene occupare , quindi non tiriamoli in mezzo in ogni discussione. Detto cio (scusate se sono uscito 2 righe fuori tema) il mio pensiero ricade sull'indifferenza , nel senso che sono consapevole che ognuno puo decidere il prezzo di ogni singola cosa e non me ne lamento.
      Non Può Piovere Per Sempre
    • ReNabbo ha scritto:

      Premettendo che non tutti sono esperti riguardo al valore di certi item, il che significa anche ignorare quando un certo oggetto può valere di meno o di più (a seconda di eventi, richieste generiche di mercato o altro), il metodo più veloce per attribuire un prezzo è paragonare lo stesso oggetto messo in vendita da altri giocatori.
      Il pensiero immediatamente seguente è: "Se lo vendo a meno di lui, sarà più probabile che lo comprino da me".
      Questo tipo di ragionamento tuttavia è sbagliato alla radice, non è detto che il compratore veda necessariamente tutti i negozi per trovare il prezzo più economico, non è detto che legga la chat mentre l'item scontato è sponsorizzato, non è detto che si faccia problemi a risparmiare quei 200k che gli allungherebbero le tempistiche di ricerca.
      Quando si analizzano questi fenomeni di massa, tuttavia, non è possibile adottare il punto di vista dell'ottimizzatore perchè, appunto, ci sarà sempre qualcuno che svenderà pur di avere un guadagno immediato, seppur inferiore (salvo per item unici o eccezionalmente rari).

      Succede in quasi tutti gli mmo che hanno un mercato di questo tipo.
      Quoto il tuo ragionamento, sono molto d'accordo soprattutto sul lato del compratore e non del venditore, che dovrebbe capire che una persona acquista quando gli serve una cosa, non se è scontata!

      NoDay ha scritto:

      Guarda il tuo ragionamento non è del tutto errato ma non è neanche esatto a parer mio , ti spiego, Come esistono due tipologie di venditore ( quello fedele al prezzo fisso e quello fedele allo sconto di 100-200k) esistono anche due tipologie di compratore ( quello che compra aspettando le offerte e quello che compra per necessità senza guardare i 100-200k di differenza). In un gioco dove siamo noi a decidere il prezzo di ogni singolo item non c'è motivo di dilungarci su questi argomenti sentiti e risentiti, a me sembra che cadiamo sempre sulla questione "shopponi" e "bot". Il gioco si puo dire che "vive" grazie allo shop ovviamente e riaguardo la questione bot non siamo noi a dovercene occupare , quindi non tiriamoli in mezzo in ogni discussione. Detto cio (scusate se sono uscito 2 righe fuori tema) il mio pensiero ricade sull'indifferenza , nel senso che sono consapevole che ognuno puo decidere il prezzo di ogni singola cosa e non me ne lamento.
      Hai frainteso la questione degli shopponi, quello che intendo io è che una persona free to player che deve giocare il doppio per avere le cose di qualcuno che giustamente shoppa non può svendere il proprio mercato, per questo non riesco a comprendere la loro politica! Il gioco vive grazie allo shop come dici te ma anche grazie al numero di persone giocanti, altrimenti non circolerebbe e tutto resterebbe piatto!


      Have you tried this out?
    • Onizuka94 ha scritto:

      ReNabbo ha scritto:

      Premettendo che non tutti sono esperti riguardo al valore di certi item, il che significa anche ignorare quando un certo oggetto può valere di meno o di più (a seconda di eventi, richieste generiche di mercato o altro), il metodo più veloce per attribuire un prezzo è paragonare lo stesso oggetto messo in vendita da altri giocatori.
      Il pensiero immediatamente seguente è: "Se lo vendo a meno di lui, sarà più probabile che lo comprino da me".
      Questo tipo di ragionamento tuttavia è sbagliato alla radice, non è detto che il compratore veda necessariamente tutti i negozi per trovare il prezzo più economico, non è detto che legga la chat mentre l'item scontato è sponsorizzato, non è detto che si faccia problemi a risparmiare quei 200k che gli allungherebbero le tempistiche di ricerca.
      Quando si analizzano questi fenomeni di massa, tuttavia, non è possibile adottare il punto di vista dell'ottimizzatore perchè, appunto, ci sarà sempre qualcuno che svenderà pur di avere un guadagno immediato, seppur inferiore (salvo per item unici o eccezionalmente rari).

      Succede in quasi tutti gli mmo che hanno un mercato di questo tipo.
      Quoto il tuo ragionamento, sono molto d'accordo soprattutto sul lato del compratore e non del venditore, che dovrebbe capire che una persona acquista quando gli serve una cosa, non se è scontata!

      NoDay ha scritto:

      Guarda il tuo ragionamento non è del tutto errato ma non è neanche esatto a parer mio , ti spiego, Come esistono due tipologie di venditore ( quello fedele al prezzo fisso e quello fedele allo sconto di 100-200k) esistono anche due tipologie di compratore ( quello che compra aspettando le offerte e quello che compra per necessità senza guardare i 100-200k di differenza). In un gioco dove siamo noi a decidere il prezzo di ogni singolo item non c'è motivo di dilungarci su questi argomenti sentiti e risentiti, a me sembra che cadiamo sempre sulla questione "shopponi" e "bot". Il gioco si puo dire che "vive" grazie allo shop ovviamente e riaguardo la questione bot non siamo noi a dovercene occupare , quindi non tiriamoli in mezzo in ogni discussione. Detto cio (scusate se sono uscito 2 righe fuori tema) il mio pensiero ricade sull'indifferenza , nel senso che sono consapevole che ognuno puo decidere il prezzo di ogni singola cosa e non me ne lamento.
      Hai frainteso la questione degli shopponi, quello che intendo io è che una persona free to player che deve giocare il doppio per avere le cose di qualcuno che giustamente shoppa non può svendere il proprio mercato, per questo non riesco a comprendere la loro politica! Il gioco vive grazie allo shop come dici te ma anche grazie al numero di persone giocanti, altrimenti non circolerebbe e tutto resterebbe piatto!
      Ho frainteso scusami, pensavo volessi riaprire vecchie discussioni riguardo la facilità per chi shoppa ecc.... Tornando all'argomento principale, l' unica risposta che posso darti è che, il fenomeno della svendita c'è sempre stato , solo che veniva fatto in un mercato di 1000 venditori e 1000 compratori e si mascherava e non aveva un forte impatto sulla massa , nel mercato attuale dove ci sono 100 venditori e 50 compratori il fenomeno della svendita tende ad aumentare e a modificare il reale valore dell item.
      Non Può Piovere Per Sempre
    • Secondo me dipende anche dal fatto che non tutti hanno la possibilità di mettere un negozio e lasciarlo on per giorni e giorni , ci sono quei giocatori che possono piazzare il negozio solamente per alcune ore , e cercano di vendere più oggetti (svendendoli) in meno tempo possibile .. evitando cosi' l'accumulo di item non venduti.
      Anche secondo me svendere e abbassare troppo i prezzi è poco conveniete, ma fortunatamente in base al periodo dell'anno , i prezzi saliranno nuovamente ...è sempre successo da dieci anni a ora.

      Saluti , Lo Zio